venerdì, dicembre 02, 2005

Cuore aperto: 01:00 Verona, 2 Dicembre

una serata passata a cercare una canzone decente che esprima lo stato d'animo attuale, assurdo, incomprensibile... non so, non si capisce....

Contentissima: per aver chiarito con un'amica a cui tengo troppo per lasciare andare il tutto.
Allibita: per ciò che mi ha raccontato.
Stupita: non avrei mai pensato potesse accadere ciò.
Stupita: pensavo che mi sarebbe stato detto.
Angosciata: non so come ne usciirò.
Nostalgica: da chi andrei in questa occasione, non c'è.
Ansiosa: di sentire il parere di chi conosce tutto ciò che c'è da sapere di me.
Stanca: di lottare ogni giorno.
Stufa: ......

Ora scrivo un paio di messaggi a chi li merita e poi vado a sognare che qualcuno mi dedichi queste parole della Mannoia, perchè sono le uniche che ora come ora potrebbero farmi sentire meglio...

"Sarai distante o sarai vicino
sarai più vecchio o più ragazzino
starai contento o proverai dolore
starai più al freddo o starai più al sole

Conosco un posto dove puoi tornare
conosco un cuore dove attraccare

Se chiamo forte potrai sentire
se credi agli occhi potrai vedere
c'è un desiderio da attraversare
e un magro sogno da decifrare

Conosco un posto dove puoi tornare
conosco un cuore dove attraccare

Piovono petali di girasole
sulla ferocia dell'assenza
la solitudine non ha odore
ed il coraggio è un'antica danza

Tu segui i passi di questo aspettare
tu segui il senso del tuo cercare

C'è solo un posto dove puoi tornare
c'è solo un cuore dove puoi stare "

parole semplici, terra terra per un momento di cuore troppo complicato.