lunedì, luglio 11, 2005

La solitudine non esiste

“Mi vergogno!” ho pensato mentre scrivevo questo post, partendo dal centro e mettendoci poi in alto questo incipit.
Ma delle cose che fanno parte di noi non ci si dovrebbe mai vergognare. Anche quando si tratta degli amici immaginari.
Confesso, oggi ho chiamato in raduno nella mia stanza tutti i miei amici immaginari, sia per rivederli tutti insieme dopo del tempo, sia per sapere un po’ di novità. Ho due avvoltoi che ho adottato all’età di circa otto anni e da allora porto sulle due spalle, tranne quando li mando in giro a perlustrare zone o sorvegliare persone per conto mio.Uno dei miei fidati amici è il folletto MolloMollo che viveva nell’elastico per capelli verde acqua che dall’età di quattro anni ho portato sempre con me, finché non si è talmente rovinato che ho dovuto far trasferire MolloMollo in tutto ciò che capita. E’ un amico favoloso lui, ci siamo sempre raccontati tutto, mi dava anche consigli. Poi da un po’ di tempo si è messo dentro il pupazzetto rosa di lana che ho regalato alla mia sorellina, ma ogni tanto mi viene a trovare e riesce lo stesso a farmi i dispetti e a proteggermi. Poi c’è l’ombra che vive sotto il mio letto, che anche quando c’è tanta luce e tanta gente, lei trova sempre dove nascondersi per bene. Esce di notte, parliamo poco, più che altro sappiamo dell’esistenza una dell’altra, e ogni tanto giochiamo a scacchi. Sempre di notte passano tre persone nella mia stanza: il troll del sonno, la macchia scura dei sogni e la gnometta del risveglio. Il primo mi abbassa le palpebre, il secondo mi si posa addosso e mi fa sognare (bei sogni o incubi secondo il suo umore) e la terza taglia il filo del sonno facendomi svegliare. In bagno invece, ho la tizia dello specchio, che è una versione di me stessa ma molto più intelligente e più bella, che mi racconta storie al volo finchè faccio pipì o la doccia. Non esce mai quando sono con altre persone, anche se quando gli altri non se ne accorgono mi fa gli occhiolini e mi sorride ammiccante .Un tempo avevo anche il fantasma della vespa, ma non so se è riuscito a saltare in tempo giu prima che la vespa cadesse rovinosamente. Spero di rivederlo presto. Ancora, miei primissimi amici assieme a MolloMollo sono Punella e Punetta, che vivono nei libri, li ho conosciuti a quattro anni, erano nascosti nel libro delle favole e da allora siamo inseparabili, ogni volta che leggo loro son pronti a commentare le storie e fanno da tramite tra me e i personaggi, dicendomi così come finirà la storia o cosa i personaggi vogliono fare. Conosco anche uno scarabeo azzurro egiziano, con cui ho fatto amicizia nel museo egizio di Torino qualche anno fa. Infine, ultima ma non meno importante, anzi!, c’è la mia tigre di fiducia, che vive praticamente sempre accanto a me (ora, ad esempio, è accucciata vicino alla sedia e tiene sott’occhio l’ombra che è sotto il letto mentre MolloMollo guarda la luna, tra poco arriverà il Troll del sonno). Buonanotte Mondo!!

5 Comments:

Anonymous Anonimo said...

non so chi tu sia, ma ho deciso di sposartiiii!!!!Hai un blog veramente speciale, mi piace moltissimo!!! Baci e abbracci Damiano, ti mando una mail così se hai voglia mi puoi rispondere lì!

12:02 PM  
Blogger Arancia Rossa said...

La fantasia e' bella proprio per quello: ti lascia librare per andartene definitivamente dal mondo, ma non bisogna eccedere nel somministrarsi queste botte di vita. Ti parlo perche' ci sono ancora dentro: m'affogo e mi strafogo in questo mondo fatto da me, dove mi permetto d'essere considerat uno scrittore famoso, osannato dalle folle e praticamente irresistibile per ogni donna.
Ma la vita vera non e' cosi'.
Anch'io tengo di fianco un amico immaginario, e' quell'altro me stesso, quello sempre sorridente e profumato di fama.
Mi piacciono le persone che non scrivono solamente per far prendere aria alle dita.

6:22 PM  
Anonymous TILT said...

Ah però ^__^ ciao iao ao o

5:19 PM  
Anonymous Teo said...

Sei proprio una patacca..

12:08 AM  
Anonymous Teo said...

Sei proprio una patacca..

12:08 AM  

Posta un commento

<< Home