sabato, maggio 14, 2005

Non è successo niente

"Non è successo niente" di Sclavi

"io...mi sono tagliato le vene..."

Cesare sospira. "Ma Tom, perché devi fare una cosa del genere?"

"Perché...nn ce la faccio...più"

"Ma tagliate come? Hai perso tanto sangue?"

La vasca di là è ancora piena a metà di acqua calda rosso scuro, o forse Tom direbbe vuota a metà. Un'ora del suo sangue non è bastata, non si sente neanche un po' debole, ma cristo, perché è così difficile morire?Credevo fosse la vita ad essere difficile, nonostante le difficoltà.

Tom fa una risatina fra le lacrime:
" Beh, non abbastanza, visto che ti sto parlando..ma non volevo disturbare, è che il taglio è troppo profondo, non riesco a medicarmelo, con una mano sola.."

Il polso sinistro è fasciato con una salvietta già tutta rossa e gocciolante. Ci sono gocciolone e macchie informi e scie di sangue dappertutto, non parliamo del bagno.